Iniziare lo Svapo

Kit Ego Phantom, eGo-C 650mAh

Deciso di provare i vaporizzatori di aromi, comunemte chiamati "sigaretta elettronica"?
Prima di tutto leggere qui "esperienza personale"

Iniziare con qualcosa di semplice come i CE4 o CE5, almeno 2, due batterie di piccole dimensioni (650mah) e almeno 2 liquidi diversi, uno abbastanza tabaccoso duro e uno più dolce
E' assolutamente consigliabile andare in un negozio fisico e provare i vari aromi (liquidi). Solo provando, riprovando, alla fine troverete quello perfetto per Voi e non bastano 2,5,10 giorni, ci vuole pazienza.

I primi giorni son difficili perchè si rischia facilmente di brucciare i cartom aspirando come si fà con le sigarette

Un video interessante
 

http://www.esigblog.com/2012/05/16/guida-alla-sigaretta-elettronica-2/

Contenuto con altri link al suo sito molto interessante.
​Condivido appieno quanto indica: un nuovo vizio ma sicuramente migliore

Dopo oltre due anni di svapo assiduo e felice voglio dare il mio contributo a coloro che decidono di intraprendere il difficile cammino verso la sigaretta elettronica.

Lo faccio, a ragion veduta, dopo aver “guidato” e “consigliato” con successo diverse persone.

Quindi questo post è rivolto esclusivamente a chi oggi fuma le sigarette analogiche e desidera avere un consiglio e una guida a cosa comprare e acquistare per essere sicuro di non fallire e non buttare via i suoi soldi.

La guida si divide in due parti, che poi sono i due grossi “rami” della sigaretta elettronica.
Parte 1: La sigaretta elettronica
Parte 2: I liquidi, la nicotina e gli aromi

Andiamo ad analizzarle nel dettaglio.

1) La sigaretta elettronica

Quello che oggi vi spinge a fumare una sigaretta dietro l’altra è la nicotina.
La nicotina è un qualcosa che vi crea dipendenza: un qualcosa che assumete fumando e che man mano che passa il tempo andate a “consumare” all’interno del vostro corpo e quando “finisce” avete bisogno ancora di assumerla.

Chi fuma non è poi tanto diverso da un tossicodipendente, siamo realisti.

Cambia la materia prima, ma un fumatore è pur sempre un dipendente da un qualcosa.

Per questo motivo la vostra sigaretta elettronica, almeno all’inizio, la dovrete utilizzare con un liquido che contenga nicotina.

In commercio esistono decine, se non centinaia, di modelli di sigaretta elettronica.

Dalle più performanti e ingombranti, alle più piccole (grosse come una sigaretta normale o quasi) ma una cosa è certa: NON COMPRATE la vostra sigaretta elettronica in Farmacia, saranno soldi buttati.
Questo è poco, ma è forse l’unica certezza nel mondo della sigaretta elettronica.
Il motivo è semplice, le sigarette elettroniche vendute in Farmacia funzionano con liquido privo di nicotina e per questo non vi daranno soddisfazione.

Le sigarette elettroniche non sono altro che delle normali batterie con attaccata una resistenza che, scaldandosi, fa evaporare il vostro liquido e produce vapore.

Il nome tecnico di questa resistenza che si scalda e fa evaporare il liquido è atomizzatore.

Esistono atomizzatori con varie denominazioni e tipologie di attacco: gli attacchi più conosciuti sono quello di tipo ego e il 510.

Le batterie esistono di varie tipologie e modelli: senza entrare nel dettaglio e spiegarne le differenze il modello sicuramente più diffuso e ideale per iniziare è la batteria ego.

Le batterie eGo sono batterie che solitamente hanno una capacità di 650 mah e offrono una durata buona (solitamente una giornata, in media) e allo stesso tempo non sono particolarmente ingombranti e pesanti.
Esistono modelli che erogano sempre lo stesso voltaggio (stessa potenza) e ci sono invece dei modelli che permettono di regolare il voltaggio (quindi possono essere più potenti).

Tenete presente che quando acquisterete la vostra sigaretta elettronica nel kit avrete sicuramente due batterie e comunque fate attenzione che ce ne siano due, è molto importante avere sempre dietro una batteria di scorta.

Chiarito il discorso batteria, dobbiamo pensare all’atomizzatore.

L’atomizzatore, come detto in precedenza, ha lo scopo di far evaporare il liquido ma per farlo esistono tantissime soluzioni e il mondo della sigaretta elettronica è in continua evoluzione sotto questo punto di vista.
Io consiglio di iniziare con un atomizzatore di tipo tank, che in circolazione oggi trovate con il nome di ego-c.
Gli atomizzatori ego-c sono dei particolari atomizzatori che ospitano un serbatoio che contiene (1 o 2 ml, a seconda del modello) il liquido.
Tale soluzione è particolarmente diffusa ed è molto user friendly, cioè non richiede particolari abilità o artefatti per essere usata.

Nei negozi italiani o europei potrete trovare diverse denominazioni di questo modello di atomizzatore: è stato realizzato dalla Joyetech che lo ha chiamato ego-C: ovviamente sono arrivati nel mercato molti “cloni”, che funzionano comunque bene, ma che hanno nomi un pò diversi.

Vi consiglio di leggere questo articolo a riguardo.

Quindi riepilogando, il mio consiglio è acquistare una sigaretta elettronica eGo con atomizzatore ego-C.
Il prezzo oscilla dai 45 € ai 75 €, a seconda dei marchi.

Oltre alla soluzione ego-C, per iniziare si può anche prendere in considerazione il sistema ego-w, o phantom. Vi rimando alla lettura di questo articolo per approfondimenti.

2) Il liquido

Come accennato sopra, nelle vostre cartucce dell’atomizzatore tank dovrete inserire un liquido che produrrà vapore.

Piccola premessa: i liquidi per le sigarette elettroniche sono composti essenzialmente da glicole propilenico, glicerolo vegetale, acqua e una piccola percentuale di nicotina e poi, soprattutto, contengono degli aromi.

Riguardo la nicotina …

All’inizio vi sconsigliavo di acquistare in Farmacia per 2 motivi: il primo è che le sigarette elettroniche che vendono in Farmacia offrono prestazioni scarsissime ma poi, soprattutto, il liquido in esse contenuto è privo di nicotina … è ARIA e quindi NON avrete ALCUNA soddisfazione dall’usarle.

Come ho già scritto la ragione per cui voi fumate le sigarette normali è perché in esse è contenuta la nicotina. La nicotina, come noto, crea dipendenza.

Per questo motivo, all’inizio, DOVRETE ASSOLUTAMENTE usare liquidi che contengono nicotina, ALTRIMENTI FALLIRETE e tornerete alle sigarette normali in brevissimo tempo.

In genere la quantità di nicotina contenuta in un liquido è espresso in milligrammi per millilitro, cioè mg/ml.

Chi solitamente fuma sigarette light parte con un liquido che contiene circa 9 mg/ml di nicotina, chi invece fuma sigarette non light usa liquidi che contengono fino a 18 mg/ml.

Quindi il consiglio che vi do è di partire con il giusto dosaggio di nicotina (9 o 18) prendendo un liquido già pronto (nei vari shop italiani e europei avete di che sbizzarrirvi) oppure prendendo liquido con nicotina più liquido senza nicotina e poi fare un mix cercando la vostra quantità di nicotina esatta.

Vi ricordo che la nicotina va maneggiata con cura, come avrete sicuramente letto in giro. Quindi le prime volte, nel dubbio, indossate dei guanti in lattice per caricare le vostre cartucce. Quando poi avrete assunto dimestichezza con gli strumenti, potrete farne a meno (anche se lo sconsiglio vivamente).

Riguardo gli aromi …

L’aroma è un qualcosa che nel fumo elettronico assolve uno scopo veramente importante, ossia farci piacere la sigaretta elettronica.

Per questo motivo l’aroma è un altro aspetto fondamentale nella sigaretta elettronica.
All’inizio, subito dopo aver smesso di fumare le sigarette normali, sarete in confusione con gli aromi perché oggi un’aroma vi piacerà, domani non più …

E’ NORMALE. Il vostro organismo subito dopo aver smesso di fumare inizia piano piano ad espellere il catrame e i vostri recettori e papille gustative ogni giorno pian pianino tornano alla normalità.
Ci vorranno settimane, anzi, mesi, prima che voi siate in grado di dire con assoluta certezza che un’aroma vi piace oppure no, CON STABILITA’.

Personalmente solo dopo 4-5 mesi aver iniziato con l’elettronica ho trovato questa stabilità.

Per questo motivo all’inizio NON è molto importante l’aroma che andrete a prendere (piuttosto, SOFFERMATEVI a capire bene quale sia la percentuale di nicotina di cui avete bisogno) perché vi posso assicurare che dopo 2 mesi che fumerete solo la sigaretta elettronica la vostra percezione dei sapori e dei gusti sarà totalmente cambiata.

E quindi è inutile che ora vi consigli di prendere questo o quell’aroma.

CONCLUDENDO

Se volete iniziare a usare la sigaretta elettronica e non volete fallire dovrete, secondo il mio punto di vista, acquistare una sigaretta elettronica eGo con atomizzatore ego-C e un liquido che contenga 9 o 18 mg/ml di nicotina, all’aroma che vi passa per la mente in quel momento.

Mi sento anche di consigliare di iniziare a comprare la vostra sigaretta elettronica in un negozio fisico (cioè su strada) perché il personale del negozio saprà darvi i giusti consigli e le giuste dritte.
Poi magari dopo i ricambi li comprerete online per risparmiare un pò ma almeno all’inizio avere il supporto fisico di una persona esperta è molto importante perché la sigaretta elettronica non è come una sigaretta normale che l’accendi la fumi e la butti, è un bel pò più complessa e spesso chi fallisce tornando alle bionde è perché non ha usato la sigaretta elettronica nel modo corretto.

UN CONSIGLIO SPASSIONATO: quando deciderete di iniziare a svapare (cioè usare la sigaretta elettronica) vi CONSIGLIO SPASSIONATAMENTE di SMETTERE COMPLETAMENTE con le sigarette normali.

Perché usando ANCHE le sigarette normali la probabilità che fallirete è ELEVATISSIMA, ve lo posso assicurare.

Inoltre: NON FATEVI INUTILI SEGHE MENTALI mirati a ridurre subito la percentuale di nicotina nel liquido. La nicotina NON è il male peggiore e se vorrete subito usare liquido con una bassa percentuale di nicotina finirete per NON trovare soddisfazione nella sigaretta elettronica e tornerete a fumare le bionde !

Un’altra cosa: la sigaretta elettronica SERVE PER SMETTERE DI FUMARE LE SIGARETTE NORMALI e per iniziare a svapare.

Non pensiate che iniziando con la sigaretta elettronica un domani riuscirete facilmente a farne a meno.

Purtroppo chi crea la dipendenza è la nicotina e fin tanto userete liquidi con nicotina ne sarete dipendenti, sempre e comunque.
Qualcuno è riuscito a togliere la nicotina dal liquido, in molti ad abbassarla ma alla fine poi tutti continuato a svapare perché svapare è innanzitutto piacevole.

Tenete però presente che dopo 2-3 mesi di sigaretta elettronica vi porrete i seguenti quesiti:
- come ho fatto a fumare per n anni quello schifo di sigarette analogiche ?
- ma è normale che al mattino mi sveglio 10 volte + energico di quando fumavo ?
- ma è normale che NON puzzo + come una ciminiera ?
- ma è normale che ho 10 volte + fiato rispetto a prima ?

E soprattutto quando un amico vi offrirà una sigaretta vi verrà il mal di stomaco al solo pensiero di accenderla


Comparazione prodotto (0)


eGo-C 650mAh

eGo-C 650mAh

Il pulsante della batteria eGo-C hanno un 5-clic su On / Off bloccare la stessa batteria eGo-C. Si..

Vis. da 1 a 1 di 1 (1 Pagine)